Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

U.O.Protocollo  - Albo Pretorio - Notifiche - Archivio
Funzionaria Resp.le D.ssa Ester Scognamiglio

PROTOCOLLAZIONE ATTI

Cosa è

Registrazione al protocollo generale del Comune di documenti o atti in entrata ed in uscita, con assegnazione ed inoltro agli uffici competenti di tutta la corrispondenza.

A chi serve

Al Comune per ottemperare ad una norma di legge ed al cittadino per avere certezza che la sua comunicazione è stata registrata ed inoltrata all’ufficio competente, 

Dove andare

Presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Torre del Greco ubicato al piano terra del Palazzo Municipale della Salle in viale Generale C.A.Dalla Chiesa,
tutte le volte che  si deve consegnare una lettera, un atto o un documento al Comune di Torre del Greco.

Quando

Gli Uffici Protocollo  - Albo Pretorio sono aperti:

Mattina :     Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Pomeriggio:Il lunedì ed il giovedì dalle 14.15 alle 15.15

Come 

Si spedisce per posta o  pec  oppure si consegna a mano,in questo caso l'Ufficio rilascia una ricevuta  col numero di protocollo  stampato da apposito programma informatico su cui sono registrati  i dati del documento, il mittente, la data in cui è pervenuto e i destinatari. La procedura è descritta in dettaglio sul "Regolamento di Gestione del Protocollo" approvato con delibera n.18 del 18. aprile 2018".

Per informazioni
Tel. 081- 8830130

Normativa di riferimento
D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82, DPCM 3 dicembre 2013

 -------------------------------------------------

Ufficio Albo Pretorio 

Consegna atti in deposito

Indirizzo:
Via Gen.le Carlo Alberto Dalla Chiesa presso Palazzo ” La Salle”

Quando

Da lunedì a venerdì 9:00 - 13:00, lunedì e giovedì anche 14,15 - 15,15

Telefono:
Albo Pretorio  081883 0127-0132;
Notifica           081883-0126, -0125,-0124

Pec
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione
Alcuni atti della Pubblica amministrazione acquistano efficacia solo quando vengono portati a conoscenza formale del destinatario. Uno dei modi in cui ciò si realizza è attraverso la notifica dell'atto, che viene eseguita secondo particolari modalità grazie agli agenti notificatori previsti dall'ordinamento (messi comunali, ufficiali giudiziari) oppure attraverso il servizio postale.
La principale attività della Casa comunale - Deposito atti consiste nel ricevere, registrare, archiviare e consegnare a persone (fisiche o giuridiche) gli atti che sono stati qui depositati per l'irreperibilità (momentanea o assoluta), l'incapacità o il rifiuto del destinatario o delle persone legittimate a ricevere l'atto.

Nel senso sopra indicato, gli atti che la Casa comunale gestisce sono di tipo:
• amministrativo: provenienti da vigili urbani, uffici tributi, edilizia, anagrafe, leva, elettorale ed altri;
• giudiziario: provenienti da tribunale, corte d’appello, giudice di pace;
• tributario: provenienti da agenzie delle entrate, aziende di riscossione tributi.
La norma principale che disciplina la notifica degli atti mediante il deposito è l'articolo 140 del Codice di procedura civile. Se l'agente notificatore, recatosi all'indirizzo indicato sull'atto, non trova il destinatario né alcuna delle persone abilitate a ricevere la comunicazione (coniuge, familiare, portiere, ecc.) ovvero queste ultime si rifiutino di riceverlo, deve espletare le seguenti formalità:
1. affigge nei modi previsti e consentiti l'avviso di deposito (c.d. preavviso - avviso di cortesia) all'indirizzo del destinatario;
2. deposita copia dell'atto in busta chiusa e sigillata presso la Casa Comunale c/o Ufficio Albo Pretorio;
3. informa il destinatario dell'atto con un secondo avviso (notizia di avvenuto deposito) a mezzo di lettera raccomandata (con avviso di ritorno). La lettera contiene le indicazioni per il ritiro dell'atto presso gli sportelli della Casa comunale c/o Ufficio Albo Pretorio
Regole particolari sono poste per le persone giuridiche e le società non aventi personalità giuridica (secondo l'art. 145 Codice di procedura civile) e per gli atti emessi dagli uffici dell'Agenzia delle Entrate e società di riscossione.

Costi e modalità di effettuazione dei pagamenti
Nessun costo.


Modalità di presentazione
Gli atti possono essere ritirati all’Ufficio Albo Pretorio Dalla Casa comunale presso palazzo la Salle in via Generale della Chiesa, come da indicazioni contenute nell'avviso di deposito o nella notizia di avvenuto deposito. In ogni caso il richiedente deve indicare gli estremi dell'atto (destinatario - numero - data di deposito) per consentirne l'individuazione.
Il ritiro degli atti depositati può essere effettuato dal diretto intestatario o da altri soggetti legittimati al ritiro.
Se a ritirare l'atto è una terza persona, è necessario produrre una delega sottoscritta dell'interessato e la copia del suo documento d'identità.
I documenti necessari per il ritiro sono:
1. avviso di deposito, trovato presso l'indirizzo del destinatario dell'atto, oppure notizia di avvenuto deposito ricevuto per mezzo del servizio postale con lettera raccomandata A/R;
2. documento di identità personale o di riconoscimento in corso di validità.
In assenza dei documenti o delle informazioni richieste per il ritiro da parte di persona delegata, legale rappresentante di società, amministratore di condominio, presidente di associazioni, esercente potestà genitoriale, curatore, tutore e simili, eredi non dichiarati, l'operatore di sportello non potrà consegnare l’atto.
L'ufficio non è tenuto ad elaborare dati in suo possesso al fine di soddisfare le richieste di ritiro degli atti depositati.

Tempi del procedimento
Consegna in tempo reale se si tratta di un atto depositato negli ultimi due mesi.
Consegna dopo due giorni lavorativi dalla richiesta se si tratta di un atto depositato prima di due mesi e comunque non oltre i 10 anni.

Atto finale
Consegna busta sigillata con l'atto notificato.

Normativa di riferimento
Codice procedura civile artt. 140 e 143
Combinato disposto dell'artt. 26, ultimo comma D.P.R. 602/1973 e dell'art. 60 del D.P.R. 600/1973
Corte Costituzionale, sentenza 22.11.2012 n. 258

 -----------------------------------------

Ufficio Notifica

Indirizzo:
Via Gen.le Carlo Alberto Dalla Chiesa presso Palazzo ” La Salle”
Tel.081883-0126,0125,0124

 


Servizio Notifiche atti
Come avviene la notifica, tempi e competenze

Indice

• Descrizione • Messo notificatore • Modalità di notifica • Chi può ritirare gli atti • Scadenze degli atti • Le competenze • Normativa di riferimento


Descrizione
L'attività di notificazione è un atto fondamentale dei processi civili, penali, tributari, amministrativi, fallimentari e del lavoro, nonché di alcune fasi pre-processuali o amministrative, che dà la conoscenza legale di un provvedimento mediante la consegna di un atto, da parte di un particolare soggetto notificatore, secondo precise modalità.

Il Messo Notificatore  può notificare:

- atti emessi dal Comune ed enti della pubblica amministrazione; 
- atti tributari e del contenzioso tributario dello Stato e degli enti pubblici a destinatari (persone, ditte ed enti) che abbiano la loro residenza, domicilio o azienda, nel Comune di Torre del Greco
Presso l'Ufficio Notifica vengono depositati, ai fini del ritiro:
• gli atti notificati dai Messi Notificatori, secondo le modalità previste dalla legge
Il Messo notificatore:
-non consegna cartelle esattoriali né atti del procedimento penale.
-può non essere in divisa, ma può esibire, su richiesta, un tesserino di riconoscimento.

Modalità di Notifica

Tempi e Modalità Il Messo notificatore può notificare un atto presso l'abitazione del destinatario tutti i giorni della settimana con i seguenti orari:
- dal lunedì al Venerdì, dalle ore 7:00 alle 21.

Irreperibilità Destinatario In caso di irreperibilità temporanea del destinatario il Messo Notificatore:
- lascia un avviso in busta chiusa e sigillata presso l'abitazione, - deposita la copia in busta chiusa e sigillata presso la Casa comunale,
- invia l'avviso uguale a quello lasciato presso l'abitazione con raccomandata a.r.

Effetti
La notifica di un atto produce i suoi effetti al momento:
- della sua consegna al destinatario o alla persona legittimata al ritiro; 
- del rifiuto dell’atto da parte del destinatario o dalla persona legittimata al ritiro

Nel caso di irreperibilità assoluta del destinatario l'atto produrrà i suoi effetti il 20° giorno successivo alla data di notifica coincidente con il deposito presso la Casa comunale.

Chi può ritirare gli atti
Le persone legittimate al ritiro dell'atto sono:
- il destinatario dell'atto,
- le persone di famiglia,
- le persone di servizio o alle dipendenze del destinatario,
- il portiere dello stabile, purché accetti di ricevere l'atto e firmi la ricevuta,
- un vicino di casa, purché accetti di ricevere l'atto e firmi la ricevuta.

La notifica di un atto ad un soggetto giuridico avviene presso la sede legale della ditta dove le persone legittimate a ricevere sono: - il legale rappresentante della ditta, - impiegata/o addetta/o alla sede.

Scadenze atti
Il Messo Notificatore deve sempre rispettare le scadenze che sono imposte dagli Enti che hanno emesso l'atto e richiesto la notifica.
Gli avvisi di convocazione del Consiglio comunale devono essere consegnati almeno 24 ore prima della seduta, per le convocazioni urgenti, o almeno 5 giorni prima, per quelle ordinarie.
Le competenze
La competenza territoriale del Notificatore coincide con il Comune di appartenenza, indipendentemente dal procedimento notificatorio adottato. Il Messo Notificatore è tenuto a notificare tutti gli atti emessi dalla propria amministrazione e dalle altre amministrazioni pubbliche individuate dall'art. 1 - 2° comma del D.lgs. 165/2001, come previsto dall'art. 10 della L. 265/1999. Il Messo Notificatore non notifica atti per soggetti privati la cui competenza è dell'ufficiale giudiziario.

Archivio Comunale

La vita di un archivio si articola in tre fasi: archivio corrente, archivio di deposito e archivio storico.
Archivio corrente: s’intende l’archivio che è attualmente in uso ed è in continuo accrescimento, i fascicoli che compongono l’archivio corrente vengono conservati presso gli uffici stessi.
Archivio di deposito: si riferisce ai fascicoli relativi alle pratiche concluse, ma rivestono un interesse di carattere sporadico. Si tratta infatti di una fase intermedia del ciclo di vita degli archivi, tra quella dell’archivio corrente e quella dell’archivio storico. Si conservano documenti che un domani potranno magari essere scartati in base al Piano di conservazione e scarto della Soprintendenza regionale.
Archivio storico: si riferisce ai documenti che hanno un interesse prevalentemente storico-culturale.

Gestione dell'Archivio di deposito del Comune di Torre del Greco:
• Archiviazione di atti e documenti cartacei
• Gestione delle pratiche edilizie e di abitabilità
• Gestione delle richieste di consultazione fascicoli

Modalità di consultazione Fondi archivistici
La consultazione dei fondi archivistici e le modalità di accesso presso l'Archivio sono definite a cura dell'Ufficio Archivio, attraverso l’utilizzo di un web applicativo in uso ai soli dipendenti del Comune.
Per i cittadini la richiesta per la consultazione dei fascicoli è consentita per motivi di ricerca e di studio .La modulistica da utilizzare è esposta nella sezione modulistica.
È necessario telefonare preventivamente ai referenti sotto indicati per concordare un appuntamento e presentare poi il modulo di richiesta di autorizzazione alla consultazione.

Sarà valutata caso per caso l’opportunità di eseguire copie con l’ausilio di mezzi meccanici (fotocopie, scansioni).
Qualora si volesse utilizzare il materiale per finalità diverse da quelle dichiarate si dovrà richiedere ulteriore preventiva autorizzazione; il firmatario della richiesta di consultazione sarà ritenuto responsabile, anche in caso di cessione a terzi, dell’uso improprio del materiale.

Referenti:
Ciavolino Giovanni Tel. 081 8830314)
Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì 8.30-13.00

 

 

Modulistica